Susumaniello

Susumaniello

Valle D'Itria IGP - Annata: 2018

Produttore:

12,10

VITIGNO

Susumaniello

AFFINAMENTO

6 mesi in acciaio, 12 mesi in bottiglia

GRADO ALCOLICO

13%

TEMP. DI SERVIZIO

16-18°C

IDEALE CON

Orecchiette al sugo, cime di rape, minestre con funghi, salumi, formaggi a pasta morbida o filante, arrosti di carne e selvaggina.

NOTE DEGUSTATIVE

Frutti rossi come ciliegia e lamponi, con alcuni leggeri sentori speziati


Descrizione

Antico vitigno a bacca nera autoctono pugliese, che in un lontano passato era molto coltivato, soprattutto in Valle d’Itria. Il nome fa riferimento alla sua altissima produttività, tanto da definirlo “carico come un somarello”. In precedenza utilizzato come uva secondaria nei vari blend con altri vitigni a bacca nera del territorio, è stato poi abbandonato per un lungo periodo, prima di essere riscoperto negli ultimi anni per la sua vinificazione in purezza. Oggi, il Susumaniello rimane ancora piuttosto sconosciuto nella sfera nazionale ma incomincia a guadagnare terreno, grazie soprattutto alla sua buona struttura, eleganti aromi e piacevoli tannini.

VITIGNO: Susumaniello

DENOMINAZIONE: Valle d’Itria IGP

ZONA DI PRODUZIONE: colline a 350 metri di altezza nella Valle d’Itria

SISTEMA DI ALLEVAMENTO: contro-spalliera

TERRENO: eluviale, calcareo – argilloso

DENSITÀ D’IMPIANTO E RESA: 4500 piante per ettaro e 0,8 kg di uva per pianta

VENDEMMIA: raccolta manuale in cassette, solitamente durante la seconda decade di settembre

VINIFICAZIONE: l’uva si diraspa e fermenta in acciaio a temperatura controllata di 27°C per 8-10 giorni, durante i quali si effettuano rimontaggi giornalieri. Subito dopo avviene la fermentazione malolattica.

MATURAZIONE: 6 mesi in serbatoio di acciaio, 12 mesi in bottiglia

GRADAZIONE ALCOLICA: 13%

APPORTO CALORICO: 91 kcal/100 ml

NOTE DI DEGUSTAZIONE: colore rosso rubino intenso con decisi riflessi violacei; pronunciati aromi di frutti rossi come ciliegia e lamponi, con alcuni leggeri sentori speziati; al palato si riscontra un primo impatto di pienezza ed eleganza con sentori di ciliegia e melograno ben espresse, in perfetto equilibrio con la piacevolezza di tannini morbidi ed eleganti.

SERVIZIO: 16-18°C

ABBINAMENTI GASTRONOMICI: orecchiette al sugo o con cime di rape, minestre con funghi; salumi vari, formaggi a pasta morbida o filante; risotti e carne bianche.

Informazioni aggiuntive
Peso1650 g
Annata

2018

Affinamento

6 mesi in acciaio, 12 mesi in bottiglia

Formato

75 cl

Linea

Alture

Temperatura

16-18°C

Grado Alcolico

13%

Tipo di Vino

Rosso fermo

Vitigno

Susumaniello

Riconoscimenti / Premi
Riconoscimento / Premio

Anno

Punteggio

Cantine Paololeo

Se è vero che dietro ogni bottiglia di vino c'è sempre una storia da raccontare, quella dei vini Paololeo è una storia semplice e bella, come tutte le storie di famiglia.

Sono state ben cinque le generazioni di viticoltori che, uniti da una passione per il vino e senza mai allontanarsi dalla propria terra, hanno costruito ciascuno un pezzo di storia della cantina che, oggi come allora, sorge a sud di Brindisi, nella cittadina di San Donaci portando ancora il loro nome.

Le Cantine PaoloLeo sono oggi un'azienda moderna con una sede di 17.000 mq, una linea di imbottigliamento completamente automatizzata, una capacità di 50.000 ettolitri di vino e 500 barrique francesi e americane per l'invecchiamento dei vini.

Tuttavia, il "cuore" di tutta l'attuale superficie vitata sono ancora quei 25 ettari dove il bisavolo cominciò agli inizi del Novecento a vinificare le sue uve nella Masseria Monticello. Fu poi suo nipote Paolo Leo ad ereditare la terra e a costruire la cantina.

E oggi è ancora un erede, l'omonimo Paolo Leo, a guidare la cantina, insieme a sua moglie Roberta e ai figli maggiori, Nicola e Stefano.

Pagina ufficiale: www.paololeo.it

Prodotti correlati

Primitivo

Salento IGP

7,00
Malvasia

Salento IGP

7,00
Verdeca

Salento IGP

7,00
Chardonnay

Salento IGP

7,00

Newsletter

× Hai bisogno di aiuto?