Nerimatti

Salice Salentino DOP Riserva - Annata: 2012


Disponibile

32,90

VITIGNO

Negroamaro (85%); altri vitigni autoctoni rientranti nella denominazione

AFFINAMENTO

12 mesi in barriques, 6 mesi in botti grandi di rovere, 4 mesi in acciaio, 4 mesi in bottiglia.

GRADO ALCOLICO

14 %

TEMP. DI SERVIZIO

18° C

IDEALE CON

Primi piatti importanti, cacciagione e arrosti di carne rosse

NOTE DEGUSTATIVE

Frutta matura, specialmente amarena e prugna, con una piacevole nota speziata di liquirizia e vaniglia


Svuota
Condividi su:
Descrizione

La denominazione Salice Salentino DOP è una delle identificazioni più rappresentative del Salento. Le uve che concorrono alla produzione di questo storico vino sono principalmente di Negroamaro blendizzato, in piccole percentuali, con altri vitigni a bacca rossa autoctoni pugliesi. La versione Riserva affina per almeno 24 mesi prima di entrare in commercio, nei quali 12 mesi sono in botti grandi e piccole.

VITIGNO: Negroamaro (85%) e altri vitigni autoctoni rientranti nella denominazione

DENOMINAZIONE: Salice Salentino DOP Riserva

ZONA DI PRODUZIONE: area rurale di Salice Salentino, tra le province di Lecce e Brindisi

SISTEMA DI ALLEVAMENTO: tradizionale alberello pugliese

TERRENO: medio impasto

DENSITÀ D’IMPIANTO E RESA: 4500 piante per ettaro e 1 kg di uva per pianta

VENDEMMIA: La raccolta avviene manualmente in piccole cassette da 5 kg. Alle prime ore del mattino i grappoli vengono delicatamente colti preservando le tipicità delle uve.

VINIFICAZIONE:  Dopo la raccolta le uve vengono diraspate ed il pigiato sosta in macerazione e fermentazione a temperatura controllata di circa 18°C per 12-15 giorni. Segue la fermentazione malolattica che propone un sorso morbido e piacevole

MATURAZIONE:  12 mesi in barriques, 6 mesi in botti grandi di rovere, 4 mesi in acciaio e 4 mesi in bottiglia.

VOL.%: 14° alc.

APPORTO CALORICO: 98 kcal/100 ml

NOTE DI DEGUSTAZIONE: Color rosso rubino dagli eleganti riflessi granati. All’olfatto dona intense percezioni di frutta matura con ritorni di amarene sotto spirito e prugne appassite. Una piacevole nota speziata di liquirizia e vaniglia crea un fascino interminabile. Dal sorso ricco di struttura, racconta un pregiato lavoro di viticoltura ed enologia. Pieno ed armonico offre tannini completamente avvolgenti. Finale persistente con ritorni di frutta a bacca rossa e spezie.

SERVIZIO: si consiglia a 18°C in ampi calici che ne favoriscano la massima espressione olfattiva

ABBINAMENTI GASTRONOMICI: Un blend dai vitigni nobili sposa piatti particolarmente speziati e strutturati. Abbinato ad un guanciale alla griglia, costine di maiale ed un girello in crema di funghi incorona i piaceri gastronomici più nobili.

 

Informazioni aggiuntive
Peso2350 g
Affinamento

12 mesi in barriques, 6 mesi in botti grandi di rovere, 4 mesi in acciaio, 4 mesi in bottiglia.

Annata

2012

Formato

75 cl

Grado Alcolico

14 %

Linea

Super Top

Temperatura

18° C

Tipo di Vino

Rosso fermo

Vitigno

Negroamaro (85%); altri vitigni autoctoni rientranti nella denominazione

Riconoscimenti / Premi
Riconoscimento / Premio

Anno

Punteggio

La Selezione del Sindaco 2016

2010

Medaglia d'Argento

Vinitaly 2015

2010

Gran Menzione

Cantine Paololeo

Se è vero che dietro ogni bottiglia di vino c'è sempre una storia da raccontare, quella dei vini Paololeo è una storia semplice e bella, come tutte le storie di famiglia.

Sono state ben cinque le generazioni di viticoltori che, uniti da una passione per il vino e senza mai allontanarsi dalla propria terra, hanno costruito ciascuno un pezzo di storia della cantina che, oggi come allora, sorge a sud di Brindisi, nella cittadina di San Donaci portando ancora il loro nome.

Le Cantine PaoloLeo sono oggi un'azienda moderna con una sede di 17.000 mq dotata di un modernissimo impianto di vinificazione, un’ampia bottaia e una linea d’imbottigliamento all’avanguardia in grado di raggiungere 7000 bottiglie l’ora.

Tuttavia, il "cuore" di tutta l'attuale superficie vitata sono ancora quei 25 ettari dove il bisavolo cominciò agli inizi del Novecento a vinificare le sue uve nella Masseria Monticello. Fu poi suo nipote Paolo Leo ad ereditare la terra e a costruire la cantina.

E oggi è ancora un erede, l'omonimo Paolo Leo, a guidare la cantina, insieme a sua moglie Roberta e ai figli maggiori, Nicola e Stefano che spianano il terreno ai fratelli minori Francesco e Alessandro.

Pagina ufficiale: www.paololeo.it

Scopri tutti i prodotti.

Ti potrebbe interessare…

Promo
Orfeo

Negroamaro Puglia IGP

15,90 11,90
Salice Salentino DOP Riserva Cantine Paololeo 1
Salice Salentino DOP Riserva

Salice Salentino DOC Riserva

14,90
Vigne di San Donaci Rosso Puglia Bag-In-Box

Blend di Negroamaro e Sangiovese

18,00
Primanero Cantine Paololeo 1
Primanero

Appassimento Negroamaro Primitivo Puglia IGP

12,50

Newsletter

Open chat
Hai bisogno di aiuto?