In offerta!

Krikò

Passito di Primitivo - Annata: 2013

Produttore:

18,00 15,30

VITIGNO

Primitivo

AFFINAMENTO

12 mesi in barriques di rovere francese di secondo passaggio

GRADO ALCOLICO

13,5%

TEMP. DI SERVIZIO

10-12 °C

IDEALE CON

Cioccolato e pasticceria secca a base di mandorle; formaggi erborinati e delicatamente aromatici

NOTE DEGUSTATIVE

Ciliegia, prugna e mirtillo sotto spirito, vaniglia e canditi


Available!

Descrizione

La vera cultura si riconosce dalla lingua di un popolo: nel Griko, dialetto ellefono che resiste ai tempi nel Salento, si trova tutta la passione e l’amore di un popolo verso le proprie origini. Con le stesse emozioni e rispetto delle più antiche tradizioni, prende vita questo vino passito di Primitivo, dalla concentrazione, corpo e spessore maestosi. Un vero fuoriclasse in ricchezza estrattiva, potenza alcolica, intensità e persistenza gustativa.

VITIGNO: Primitivo

TIPOLOGIA: Passito

ZONA DI PRODUZIONE: area rurale in provincia di Brindisi, nell’area rurale di Francavilla Fontana

SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Tradizionale alberello pugliese

TERRENO: argilloso

DENSITÀ D’IMPIANTO E RESA: 4500 piante per ettaro e 1 kg di uva per pianta

VENDEMMIA: la vendemmia avviene tra fine agosto e la prima decade di settembre, quando i tannini della buccia hanno raggiunto il giusto grado di maturazione e dolcezza. I grappoli si raccolgono in piccole cassette da 5 kg, per conservarne l’integrità, e si portano in una stanza chiamata “fruttaio” dove avviene l’appassimento, ovvero la disidratazione degli acini a temperatura e umidità controllate.

VINIFICAZIONE: dopo circa un mese di appassimento, si esegue la diraspatura dell’uva e si inizia una lenta fermentazione che dura circa 30 giorni, a temperatura controllata di 22-24°C. Durante la fermentazione, vengono eseguite frequenti follature e delestage per migliorare l’estrazione di colore, aromi e tannini. La fermentazione viene interrotta prima del completo consumo degli zuccheri. Segue un periodo di riposo del vino di 10-15 giorni, dopodiché si procede alla svinatura con pressa soffice.

MATURAZIONE: 12 mesi in barriques di rovere francese di secondo passaggio

GRADAZIONE ALCOLICA: 13,5%

ZUCCHERI RESIDUI: 120 g/l

APPORTO CALORICO: 164 kcal/100 ml

NOTE DI DEGUSTAZIONE: Colore rosso rubino intenso e profondo, con leggere sfumature violacee; profumo fruttato di ciliegia, prugna e mirtillo sotto spirito, vaniglia e canditi. In bocca ha un gusto decisamente pieno ed equilibrato con una buona acidità, tannini avvolgenti e un finale piacevolmente persistente di frutta appassita.

SERVIZIO: 10-12°C

ABBINAMENTI GASTRONOMICI: dolci in generale, soprattutto cioccolato e pasticceria secca a base di mandorle; formaggi erborinati ed aromatici.

Informazioni aggiuntive
Peso1650 g
Annata

2013

Affinamento

12 mesi in barriques di rovere francese di secondo passaggio

Formato

75 cl

Grado Alcolico

13,5%

Linea

Passito

Temperatura

10-12 °C

Tipo di Vino

rosso dolce naturale (passito)

Vitigno

Primitivo

Riconoscimenti / Premi
Riconoscimento / Premio

Anno

Punteggio

Cantine Paololeo

Se è vero che dietro ogni bottiglia di vino c'è sempre una storia da raccontare, quella dei vini Paololeo è una storia semplice e bella, come tutte le storie di famiglia.

Sono state ben cinque le generazioni di viticoltori che, uniti da una passione per il vino e senza mai allontanarsi dalla propria terra, hanno costruito ciascuno un pezzo di storia della cantina che, oggi come allora, sorge a sud di Brindisi, nella cittadina di San Donaci portando ancora il loro nome.

Le Cantine PaoloLeo sono oggi un'azienda moderna con una sede di 17.000 mq, una linea di imbottigliamento completamente automatizzata, una capacità di 50.000 ettolitri di vino e 500 barrique francesi e americane per l'invecchiamento dei vini.

Tuttavia, il "cuore" di tutta l'attuale superficie vitata sono ancora quei 25 ettari dove il bisavolo cominciò agli inizi del Novecento a vinificare le sue uve nella Masseria Monticello. Fu poi suo nipote Paolo Leo ad ereditare la terra e a costruire la cantina.

E oggi è ancora un erede, l'omonimo Paolo Leo, a guidare la cantina, insieme a sua moglie Roberta e ai figli maggiori, Nicola e Stefano.

Pagina ufficiale: www.paololeo.it

Prodotti correlati

Grècìa

Rosato di Negroamaro Salento IGP

10,30
Malvasia Cantine Paololeo 1
Malvasia

Salento IGP

6,00
Battigia

Chardonnay Salento IGP

10,30
Calaluna cantine Paololeo 1
Calaluna

Fiano Puglia IGP

10,30

Newsletter

× Hai bisogno di aiuto?